Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: FESTTEATRO 2008

FESTTEATRO 2008 24/10/2007 15:24 #22234

Ragazzi, rieccomi qui puntuale come sempre.
E' ricominciata la stagione teatrale di Tirano, e quest'anno gli appuntamenti sono molto più serrati e anche appetibili.
la giornata dedicata agli spettacoli è quasi sempre il giovedì, e per la maggiorparte degli appuntamenti il prezzo del biglietto è do soli 3€, grazie a qualche convenzione con la regione, credo.
Ad ogni modo, invito chi ha tempo e voglia a partecipare e divertirsi


Tirano se la ride
Radio Euphoria
Giovedì 25 ottobre, Teatro Mignon di Tirano, alle ore 21:00.

FestTeatro presenta il concerto musi-comico di un quartetto d'archi d'eccezione.
Radio Euphoria dà il buongiorno Radio Euphoria dà la buonanotte… a tutti!


Sono quattro.
Ognuna molto diversa dall'altra, ognuna con un suo ruolo molto preciso.
Passano tutto il tempo lì dentro, giorno e notte, giorno e notte, a trasmettere


Ma cosa trasmettono?
Di tutto e per tutti: informazioni, sentimenti, giochi, destini, tutto mischiato, come il destino…

In collaborazione con Oltre il Palcoscenico, FestTeatro presenta un concerto d'archi sicuramente insolito: quello del Quartetto Euphoria. Non è previsto che lo spettatore si sieda in platea semplicemente ad ascoltare: la musica che viene offerta al pubblico è anche da guardare e gustare, in un gioco fantasioso che si sostituisce alla logica di partenza, pur mantenendo il rigore che l'esercizio musicale richiede.L'immaginazione prende il sopravvento, e la platea viene trasportata in un viaggio quasi fantascientifico all'interno di una radio. Naturalmente, non una radio normale: le quattro protagoniste non sono semplicemente lunatiche e stufe della convivenza forzata dell'ambiente di lavoro, ma nascondono una follia fantasiosa, giocano con un repertorio musicale inaspettato, proponendo uno spettacolo che trasforma la musica in ironia. "Contagiate" dal virus fantastico della Banda Osiris, le componenti del quartetto - Marna Fumarola e Suvi Valjus (violini), Chie Yoshida (viola), Michela Munari (violoncello) - si esibiscono insieme dal 1999, collaborando con artisti di fama internazionale e partecipando a numerosi festival nazionali e internazionali. Questa volta animeranno uno spettacolo scritto da Francesco Niccolini per la regia di Enzo Toma, sessanta minuti di "programmi, musica, giornali radio, previsioni del tempo, canzoni con dedica, esperti che non rispondono, hit-parade, radiodrammi e molto di più", con lo scopo di rivoluzionare, con l'arma dell'immaginazione, ogni palinsesto.

per saperne di più
www.ilbernina.ch/article.php3?id_article=4567
..su e giù nel tentativo di trovare un per sempre..
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

FESTTEATRO 2008 26/10/2007 18:57 #22327

Bella serata. Non ho molto da aggiungere alla presentazione riportata qui sopra.
Le quattro ragazze del gruppo Euphoria, pur non essendo attrici di professione, hanno creato uno spettacolo gradevole e variegato, arrangiando e utilizzando nella giusta situazione tanti successi internazionali di musica moderna rendendoli caldi e diversi con i loro strumenti ad arco.
Sono passate da New York New York a Satisfaction a Cuore matto, a I will survive e tante altre, intervallandoli con piccolo schetch sulla falsa riga degli spot pubblicitari e dei notiziari radiofonici, e passando anche per Mozart e i classici.
Un'ora di musica di grande qualità, per quello che posso dire io , e simpatia non esagerata o volgare.
la violoncellista era veramente comica: con il suo strumento, che di solito si siede da seduti, girava per il palco, si sdraiava, si inginocchiava....
ti viene veramente voglia di impararare a suonare uno strumento e non solo saper strimpellare quattro accordi su una chitarra.
Uno spettacolo diverso e che racchiude in se tutte le arti.
E, ripeto, a solo 3 euro, che al bar non ti prendi neanche un succo di frutta.
Mi sembro io stessa pedante, ma ragazzi, se avete solo un po' di voglia e curiosità, venite a vedere qualche spettacolo, potrebbe darvi buone idee e molti imput per i vostri di spettacoli. Non perdete questa bella occasione, in fondo Tirano non è così lontana.
..su e giù nel tentativo di trovare un per sempre..
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

FESTTEATRO 2008 07/11/2007 15:40 #22813

Domani sera nuovo appuntamento al Festteatro con "GLI ARTIGIANI SOGNANO CON SHAKESPEARE", uno spettacolo messo a punto in occasione di un laboratorio teatrale tenutosi a Morbegno la primavera scorsa.
Purtroppo io non posso andarci, ma se qualcuno è interessato, avviso che per questo spettacolo non ci sono convenzioni e il biglietto è di 15 €.
Buona visione
..su e giù nel tentativo di trovare un per sempre..
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

FESTTEATRO 2008 20/11/2007 16:01 #23773

Ercole in Polesine
Attoprimo FestTeatro 2008

Data: 22/11/2007
Orario: 21.00


Al Mignon di Tirano un’originale interpretazione della mitologia greca: Dalla Grecia al Polesine. La mitologia secondo Balasso, ovvero il mito greco tra i fiumi della Val Padana.

In collaborazione con Voilier 2000, FestTeatro porta in scena il mito greco, rivisitato in chiave ironica.
Con lo spettacolo Ercole in Polesine, Natalino Balasso offre un percorso attraverso i millenni e la storia “per mostrare tutta quella strada che (non) abbiamo fatto dai primordi della civiltà ai postumi del bancomat”.
Lo spettacolo descrive quindi una realtà non così distante dalla nostra come potrebbe sembrare: in quest’antologia di storie mitiche si incontrano dei, eroi e uomini, gli unici che restano in balia degli eventi oggi come allora. Lo spettacolo porta in scena contenuti diversi, dal mito della Dea Madre a quello del viaggio degli argonauti, a Fetonte e il carro del Sole, fino all’Odissea.

Argomento inconsueto per uno spettacolo comico, l’indagine di Natalino Balasso mette alla luce il lato grottesco della mitologia, che ben si presta alle iperboli e all’ironia del comico rodigino, da tempo impegnato in un’intensa attività teatrale (ultima in ordine di tempo, l’interpretazione di Libera Nos di Meneghello).
“Quello che voglio fare con questo spettacolo è restituire a quelle storie le passioni vere, gli odori e i sapori che non sono perduti, perchè sono quelli che viviamo tutti i giorni, in quest'epoca poco epica.”

“Ercole in Polesine è un viaggio nel tempo e nel mare. E' il divertente viaggio attraverso 5000 anni di storie, miti, leggende che ci parlano di dei cornuti e imbroglioni, di eroi svogliati e mitomani, di uomini disperati e sbruffoni.”

Appuntamento al teatro Mignon di Tirano, in piazza Marinoni 1, alle ore 21.00.

Biglietto d'ingresso: €15. Riduzione del 50% per i giovani.
..su e giù nel tentativo di trovare un per sempre..
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

FESTTEATRO 2008 27/11/2007 18:14 #24187

Successo meritato per Natalino Balasso in quel di Tirano. teatro gremito e pubblico caloroso per un personaggio di grande simpatia che ci ha tenuti a "sganasciarci" letteralmente dalle risate per due ore buone.
il primo grande merito che gli va riconosciuto è la fatica di parlare per due ore di fila a tono sostenuto senza mai perdere il ritmo giusto.
Secondo immenso merito: saper coniugare, apparentemente in modo così semplice e immediato, la scintilla comica con un tema come la mitologia classica che non tutti digeriscono e apprezzano, ma che Balasso ci racconta rendendola attuale ed evidente.
Fa scoprire Ulisse, Tiresia, Orfeo, parla di scienza e di cultura partendo dalla MUTANDA e sotto i trucchi della battuta butta là moltissimi spunti di riflessione sul perchè delle religioni, di questa ricerca eterna dell'uomo verso ciò che non si può spiegare. E' questa la bellezza del teatro, l'elemento che me lo fa amare e preferire a tante altre forme di diffusione della cultura. L'attore sul palco è lì presente davanti a noi, si crea un legame con il pubblico e ogni spettatore coglie quello che lo colpisce, tra i mille livelli e le sfaccettature dello spettacolo.

WOW!
..su e giù nel tentativo di trovare un per sempre..
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

FESTTEATRO 2008 22/10/2008 15:28 #29767

Cerchiamo di rivitalizzare un po' quest'area del forum
Invito tutti a partecipare agli spettacoli organizzati dalla provincia di Sondrio.
Purtroppo non ho avuto il tempo di preavvisare per Lella Costa che ha fatto il tutto esaurito due settimane fa con uno spettacolo semplice ma di grande effetto. Per chi volesse invece domani sera sempre a Tirano, all'Auditorium Trombini, un nuovo appuntamento a soli 3 euro, direi che comunque ne vale la pena no?



Teatro Invito di Lecco in LA COLONNA INFAME
Testo e regia di Luca Radaelli;
con Luca Radaelli, Valerio Maffioletti, Gigi Maniglia

Tratto da La storia della colonna infame di Alessandro Manzoni, pubblicata nel 1840 in appendice ai Promessi Sposi.
In scena un leggio, una sedia, tre piantane di metallo che alludono a patiboli, macchine da tortura e croci.
Sullo sfondo, l’attualità.

Ingresso € 3,00
Non sono previsti abbonamenti, prevendita

Info:
Provincia di Sondrio – Servizio Cultura tel. 0342 531228
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




Luogo Tirano - Auditorium Trombini
..su e giù nel tentativo di trovare un per sempre..
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

FESTTEATRO 2008 22/10/2008 15:37 #29768

LA COLONNA INFAME
Concerto teatrale in ba-rock

GIOVEDI' 23 OTTOBRE ORE 21.00
AUDITORIUM TROMBINI
Via Cappuccini TIRANO
..su e giù nel tentativo di trovare un per sempre..
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

FESTTEATRO 2008 24/10/2008 16:26 #29780

Solo due parole per lo spettacolo di ieri sera.
"La colonna infame" è un racconto del Manzoni che doveva essere appendice dell'arcinoto Promessi Sposi, ma poichè la mole era diventata un po' troppa, venne pubblicato come romanzo a sè.
Il periodo è lo stesso della storia dei due innamorati, e parla di un processo realmente avvenuto a Milano nei confronti di un gruppo di persone accusate di essere degli untori, cioè persone che spargevano sostanze non bene identificate che favorissero il contagio della peste. Manzoni si rifà fedelmente agli atti di tutto il lungo processo avvenuto nel 1630, che si conclude non bene per gli accusati, tranne che per uno, prosciolto, guardacaso signore di buona famiglia.
La compagnia Teatroinvito di Lecco ha messo in scena un bigino dell'opera, due attori più chitarrista per colonna sonora live, riassumendo i fatti salienti della vicenda e alternando la voce narrante a parti in cui si rievocavano le atmosfere e le paure dei condannati, che vennero fatti confessare sotto tortura colpe inesistenti.
LA TORTURA
Questo è quello che ho colto come nocciolo centrale di tutto: la tortura e la paura di una nuova tortura che fanno saltare le fragili difese di poveri cristi che vengono arrestati senza neanche sapere di cosa sono accusati, tutto per la congettura di un testimone "che lo vide pulirsi la mano contro il muro".
Vittime di un sistema giudiziario non si sa se cattivo in sè, ma che forse voleva solo un caprio espiatorio (e allora è da giustificare?).
Un uomo innocente viene arrestato, gli si promette l'impunità se dirà la verità, ed ecco che quel primo uomo si inventa dei mandanti giusto per scaricare la colpa su qualcuno più in alto, e allora altri arresti, altre torture, e il nonsenso più grande: la persona più in alto alla fine è l'unica che viene assolta. Certo, se il primo arrestato fosse rimasto fedele alla verità sopportando il dolore non ci sarebbero state altre condanne, ma quanto vale la propria vita quando sai che la stai per perdere?
Spettacolo sicuramente non leggero, forse un po' ripetitivo ma d'altra parte la storia è andata veramente così. Di certo qualche cosa da pensare la dà. Soprattutto perchè dopo 400 anni non si può dire che queste cose non esistono più.
..su e giù nel tentativo di trovare un per sempre..
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Moderatori: Cassandra
Tempo creazione pagina: 0.322 secondi

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy