Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Un Po' Di Stretta Attualità

Un Po' Di Stretta Attualità 29/10/2008 12:32 #29821

  • Inos
  • Avatar di Inos
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Ennio Viviani
  • Messaggi: 1559
L'ultima giornata del campionato di calcio italiano ha fatto emergere due argomenti che, partendo dal campo, sconfinano in altri rami dello scibile umano...
CASO 1: IL GOL DI MANO DI GILARDINO
In fiorentina palermo un gol dei viola è stato siglato con la mano da Alberto Gilardino, che in questi due giorni ha subito una dura reprimenda mediatica, ma soprattutto, grazie alla prova tv, una squalifica di 2 giornate...
L'argomento del contendere è: la volontarietà o meno del colpo di mano, la furba esultanza, la deontologia professionale...
La mia opinione al riguardo è questa: il gol di mano di Gilardino è volontario, il suo movimento del braccio cerca il pallone per spedirlo in rete... Giusto condannarlo??? Non sono tanto convinto: non vorrei essere frainteso, ma il suo è stato il gesto tecnico di un grandissimo attaccante, che ha un solo pensiero in testa... sbatterla dentro!!! Ha fatto male ad esultare?? Ma cosa stiamo dicendo: lui quel gol lo voleva, lo ha fatto e deve esultare, altrimenti non esultare sarebbe stato come dire che il gol non lo voleva fare...
Non mi sono rincoglionito, so quali sono le regole del gioco... e qui è il punto: in campo c'è una persona addetta a far rispettare le regole, stipendiata per questo, è l'arbitro!! Doveva accorgersi lui del comportamento sbagliato di Alberto, l'attaccante fa il suo lavoro, anche con furbizia, l'arbitro faccia bene il suo!!! Se Gilardino è stato squalificato per due turni allora è giusto che l'arbitro o l'intera terna ne sconti 20...

CASO 2: MOURINHO FA FUORI ADRIANO
Io sono juventino, e l'inter la posso solo detestare, ma... Mourinho mi piace un casino!!! Persona che dice quello che pensa, pur non essendo (e sapendo di non essere) la bocca della verità, senza tanti fronzoli, con la consapevolezza di una grande responsabilità: gestire un gruppo verso un obiettivo. Lui è il comandante, e gli altri debbono attenersi alle sue direttive. Adriano??? Anche lui deve seguire il comandante, non fare diversamente da quello che gli vien detto di fare in campo, e neanche fuori, se sei un professionista. Se il capo ti dice di allargarti in fascia tu ti allarghi in fascia, se vuoi tornare un campione e ti viene detto di andare a dormire presto e di bere acqua tu devi fare così... o meglio, fai pure come vuoi, ma poi prenditene le conseguenze se il tuo rendimento in campo è scadente... Mourinho ha tutta la responsabilità, delle vittorie, ma soprattutto delle sconfitte, protegge i suoi giocatori, ma loro come contraccambiano??? Mi piace Mou, permaloso, orgoglioso, iracondo, e che non intende perdonare per molto tempo: cosa vuoi perdonare??? Adriano vada a casa sua, e torni indietro con spirito diverso... E Mourinho lo prenda ancora a bastonate per un po' di mesi anche se si è trasformato in un santo... non si deludono così le aspettative di una persona che ha messo la sua faccia per rivalorizzarti, o povero pirla di un Adriano!!!
Marcet sine adversario virtus
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.405 secondi

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy